Toolkit

Stakeholder Analysis

Format: checklist Time: 1 -2 h Participants: 2 - 5
GET IT!
Purpose

Stakeholder Analysis è un processo finalizzato a elaborare una visione completa di tutte le unità organizzative (persone, associazioni, istituzioni ecc.) influenzate dal prodotto/servizio o dall’azienda che si sta analizzando. Si svolge con il supporto di tre strumenti distinti: una checklist, una tabella e una matrice. Questi strumenti si utilizzano insieme per avere una visione completa di tutte le unità organizzative influenzate dal progetto o dall’azienda.

Step by step

1) Inizia con la checklist, ossia con l’elenco di domande a cui si deve rispondere per avere una visione generale delle unità organizzative. Le domande possono essere:

  • Chi sono gli utenti/clienti?
  • Chi ha interessi finanziari?
  • Chi può essere positivamente o negativamente influenzato dall’attività?
  • Chi controlla il progetto?
  • Chi sono i fornitori?
  • Chi porta servizi?
  • Chi è parte dell’esecuzione del progetto?
  • Chi manca?

2) Prosegui compilando la stakeholder table, ovvero una tabella in cui emergono i livelli di impatto dei vari stakeholder sull’attività. Nella tabella si specificano nome dello stakeholder individuato, se è primario (ossia se ha influenza diretta) o secondario (ossia se ha influenza indiretta), interno (se è parte dell’organizzazione) o esterno (se non è parte dell’organizzazione) e che tipo di impatto ha sul progetto. Potrai aggiungere eventuali note rispetto a caratteristiche particolari

3) Concludi infine con la stakeholder matrix, una matrice con due assi: interesse nelle ascisse e impatto/potere nelle ordinate. Posiziona inizialmente i vari stakeholder lungo l’asse dell’interesse, verso sinistra gli stakeholder con poco interesse rispetto al progetto, mentre a destra quelli con più interesse.
Terminato il posizionamento lungo l’asse delle x, si integra la posizione degli stakeholder nella matrice rispetto all’asse del potere, in alto quelli che hanno molto potere/impatto sull’attività, in basso quelli con meno potere/impatto

Expected Outcome

L’obiettivo della Stakeholder Analysis è avere una visione globale e completa degli stakeholder, con la possibilità di capire dove si posizionano rispetto al progetto. In particolare, grazie alla checklist si può avere una visione rispetto a chi sono gli stakeholder, mentre con la tabella emerge il tipo di impatto che hanno e la loro classificazione come interni o esterni e primari o secondari. Infine con la matrice è possibile comprendere quali sono gli stakeholder più importanti, ossia i partner di progetto (quelli in alto a destra), quelli da mantenere soddisfatti (in alto a sinistra), quelli da monitorare (in basso a sinistra) e quello da mantenere informati (in basso a destra).

What’s next

Stakeholder Analysis è utile per la stakeholder map, che rappresenta graficamente quanto emerso, e favorisce la gestione degli stakeholder in diversi modi sulla base dei risultati della matrice.

Tips

Nella stakeholder matrix posiziona prima gli stakeholder sull’asse orizzontale, poi aggiungi l’asse verticale e spostali verso l’alto in base all’impatto che hanno.


L’analisi è importante per il successo del progetto soprattutto a lungo termine: permette di avere una visione chiara di chi sono le persone che influenzano l’azienda e viceversa, e aiuta a capire su come gestirle.